Metanavigation

 
 

Settore dell‘asilo

Ci impegnamo

È dal periodo della Seconda guerra mondiale che SOS è ingaggiato a favorare dei rifugiati. Solidar Suisse, nostra consorella, è attiva in diverse regioni del mondo colpite da catastrofi naturali e da conflitti. In Svizzera ci impegniamo per i rifugiati a livello legale come pure a livello politico e collaboriamo strettamente con l’Organizzazione svizzera di aiuto ai rifugiati (OSAR).

 
 

Nelle regioni d’asilo della Svizzera centrale/Ticino e Zurigo, le Associazioni regionali del SOS del Ticino, di Sciaffusa e di Zurigo offrono gratuitamente, su mandato della Confederazione, consulenza, protezione giuridica e servizi di traduzione per i richiedenti l’asilo ospitati nei centri della Confederazione. Inoltre, il SOS collabora con la Berner Rechtsberatungsstelle für Menschen in Not (RBS),  Caritas Svizzera e la Organizzazione svizzera di aiuto ai rifugiati (OSAR).

Con la revisione della Legge federale sull’asilo (LAsi), entrata in vigore il 1° marzo 2019, la maggior parte delle procedure d’asilo sono eseguite e concluse entro 140 giorni. Queste procedure celeri sono svolte in maniera ben definita e sono cadenzate sul piano temporale in ogni fase. 

I nostri incarichi sono:

  • la consulenza sui diritti e sui doveri nelle procedure d’asilo;
  • l’informazione sulla tempistica delle procedure e sugli attori coinvolti;
  • il sostegno nel preparare la documentazione necessaria;
  • la consulenza nei centri della Confederazione;
  • l’eventuale collaborazione con le Autorità competenti;
  • la rappresentanza legale dall’inizio della fase di preparazione fino alla decisione definitiva della procedura d’asilo.
 

Il SOS è membro dell’Organizzazione svizzera di aiuto ai rifugiati (OSAR), la quale, come organizzazione mantello, si impegna per i diritti dei richiedenti l’asilo. OSAR tutela gli interessi dei rifugiati di fronte al Parlamento e all’Amministrazione federale. Per esempio, chiediamo di accogliere il maggior numero possibile di persone bisognose di protezione da campi profughi sovraffollati e in condizioni precarie, per poter esaminare qui la loro richiesta d’asilo.

Inoltre, l’OSAR coordina lo scambio d’esperienza sulle consulenze giuridiche, analizza la situazione in vari Stati, organizza una formazione continua e contribuisce con la propria competenza a garantire procedure eque nella valutazione delle richieste d’asilo.

 

Ogni estate, in giugno, la situazione delle persone rifugiate viene portata all’attenzione pubblica in tutta la Svizzera: il 20 di giugno per la Giornata mondiale del rifugiato, il terzo sabato di giugno per la Giornata nazionale del rifugiato e la terza domenica di giugno per la Domenica del rifugiato indetta dalle Chiese. Ogni anno diverse Associazioni regionali del SOS partecipano a queste giornate assieme ad altre organizzazioni d’aiuto proponendo eventi a livello cantonale.